lunedì 8 febbraio 2010

Thelmalaura e' il nome che ti avrei dato.


Ti vedo correre in un giardino di zagare
e la tua veste sfavilla di bianco
sporca d'ombre di terra d'un gioco ormai stanco.
Dei loro frutti il color dei tuoi capelli
che ricci indomabili sventolano ribelli.
I tuoi grandi occhi color delle loro radici
spalancati verso il mondo felici.
La tua bocca una nota di rosso
 tra l'arancio e il candore
di una bimba nata in una notte d'amore.
Ti vedo correre nel profumo intenso
e così piccola perdersi
 nel mio abbraccio immenso.
E dolce è come il miele il tuo sorriso
che illumina il mio viso.
Ti vedo giocare e dal sole irradiata
felice di gioia per la vita donata.
Tu bimba, sposa, bouquet di fiori
anelito negato ai nostri cuori.
Ti vedo, desiderio di vita preclusa,
che posso solo immaginare come un fiore
che irradiato dal sole
e vestito di bianco
risplende giocando 
tra zagare fragranti
dentro al mio cuore
 al riparo dal pianto. 
Elisena



Dedicata a Thelmalaura, desiderio di una vita mai nata.