lunedì 24 maggio 2010

Mia madre.

Eri la più bella tra le donne
e non dirlo sarebbe come tirar Madonne
Un’offesa alla natura
che ti ha donato tanto
per farti poi straziar dal pianto.
Anche il morbo
ch'ora ti possiede
di te si è innamorato
e della tua bellezza oggi
ne ha fatto scempio
sacrificandoti
rinchiusa per sempre
a vivere in un tempio.
Per questo io lo maledico
e pubblico la tua foto
come gesto proibito
per restituirti la dignità
racchiusa in quel semplice
tuo sorriso.
Elisena
DEDICATA AL SORRISO DI MIA MADRE, DONNA DI STRAORDINARIA BELLEZZA.