martedì 6 luglio 2010

BRICIOLE DI SABBIA

Sabbia rovente
nel pugno chiuso della mano
che dolcemente scava
altalenandosi
sotto l’albero senza radici
Poi allenta l’assedio
E tra le dita dischiuse
i granelli liberamente fuggono
 Che strano
per una volta la felicità
non è volare
ma tornare nell’immensa distesa
di briciole terrene.
Elisena