sabato 13 novembre 2010

Il corridoio.

Non scrivo mai parole tra le righe
Il corridoio dell’immaginazione
deve restar sgombro
per far correre la mente
libera di leggere
dove non c’è inganno
Tutto ciò che esprimo
interpreta correttamente
i miei sogni rubati
E’ inutile cercare parole nascoste
anche se ognuno è sovrano di leggerle.
Ho licenziato gli spazi vuoti.
Elisena