venerdì 23 dicembre 2011

L'inconfessabile

Non distrarrò il mistero racchiuso nella mente
per indicarmi la strada che conduce 
al vicolo dell'inconfessabile
Il peccato vive nella presunzione
di voler posseder tutto dell'anima altrui
quando non esistono distanze
nel prendersi per mano.
Elisena

lunedì 12 dicembre 2011

Metamorfosi

In una veste di bava dorata ero bruco
Poi la beffa d'una natura crudele
Farfalla sì  
ma con un'ala soltanto
Vorrei esser rimasta
in quella veste di seta
invisibile agli occhi degli sguardi indiscreti 
di chi guarda 
l'insolita bellezza d'ogni mio colore
e non s’avvede
che seppur grande come un aquilone
quest'ala
confusa tra petali di fiori
nasconde tutto il dolore
del mio esser diversa
del mio non poter volare. 
Elisena



giovedì 8 dicembre 2011

Se non fossi

Se non fossi vissuta amando
e nell’amore amandoti
avrei atteso ogni giorno
ingannandomi di sole poesie
Ma t’ho amato
e t’amo come non mai
nell’innegabilità della paura di poterti perdere
Così morirò amando
e nell’amore amandoti
 esorterò la notte
  sobillandola dei miei versi!
Elisena 


martedì 6 dicembre 2011

Perdermi


Perdermi
nel trasporto delle gocce d’acqua
 che smarrite della vocazione
 altalenano nel vento
infrante ad una ad una sulle lastre
 rive tirate a lucido delle mie finestre
  E lasciano il segno
Vento e  pioggia
impeti avversi
volteggiano insieme
violentandosi sotto un Sole
che padrone del Cielo
ha smarrito la sua fede
Difficile trattenere il sereno
quando i pensieri si domandano
e i dogma supremi si professano
in altre verità!
 Elisena

venerdì 2 dicembre 2011

Amerò

Amerò quelle labbra
nel desiderio d’un bacio 
strappato alla bocca gelata dal vento
per i miei agognati sussurri
stesi a un sole febbrile
Amerò quelle labbra
e sarò acqua che non da tregua
  Annienterò ogni pretesa
 a nuvole e pioggia
che impietrite
chineranno il capo!
Elisena





sabato 26 novembre 2011

E se poi...

E se poi 
non saranno più 
i nostri corpi ad amarsi
allora saranno le mani
E quando le mani saranno ferme
 allora saranno gli sguardi
e quando gli sguardi si spegneranno
allora sarà la nostra essenza
che nell’assenza
persisterà nell’amore!
Elisena


mercoledì 23 novembre 2011

I Giardini del Male

 Io sono la poetessa artigianale 
che folle crede che i fiori
 anche quelli del male
abbiano odori
mentr'altro non sono
 che mefitici scheletri di ricchezze
senza petali
e senza sudori!
Elisena


sabato 19 novembre 2011

Divina Tenerezza

Mi destai un mattino con l'amaro in bocca
quel sapore di vita che 
non sta al giorno
non sta alla notte
ma sta alla tristezza
E con me si destò l'indolenza
che m'avrebbe condotta
verso l'inaccettabile consapevolezza
che a questo mio apatico corpo
 Dio avrebbe rifiutato ciò che più reclamavo
"un solo gesto di divina tenerezza"
Elisena



martedì 15 novembre 2011

Seguimi

 Seguimi
laddove finisce l'incarnato
e ogni parvenza si fa nera
Seguimi laddove non c'è mattino
e dal tramonto non s'origina la notte
Seguimi nella distanza senza fuga
 delle strade dell'amore
che non hanno marciapiedi 
t'investono d'emozioni
anche quando nel traffico
non c'è più vita!
Elisena

mercoledì 9 novembre 2011

Tu sei fiume

Come falda nel ventre di terra
 ho bisogno d'acqua che m'attraversi
Amante indomita sull'isola
nel mio sogno
 lontana d'ogni mare 
 Per sempre qui
dove la terra m'inghiotte
e nessun sole prosciuga il fiume 
che mi possiede
nelle profondità d'un pozzo
dove poi la luce sovrasta
 in un'eterna fonte!
Elisena


venerdì 28 ottobre 2011

Tempo

A te che non sappiamo viverti
perché ci sembri infinito
A te che diamo colpe
che non ti appartengono
A te che vorremo mettere da parte
per poterti risparmiare
A te che non hai mai una misura
a volte scorri in fretta
altre non passi mai
A te a cui abbiamo affidato
le nostre memorie, i nostri eroi
le nostre future speranze
A te che sei sempre presente
solo dopo essere passato
A te che non diamo il valore
che ti spetta,
rimandandoti sempre al domani
A te che sei l’unica cosa
al mondo che contiamo,
che aspettiamo,
che sprechiamo.
A te che sei immortale
ma poni limite
ad ogni esistenza.
A te che col tuo passare
sbiadisci ogni cosa.
A te che sei amico
fratello e compagno
che appartieni a tutti
perché nessuno ti può comprare.
A te io dico grazie
anche se non so
quanto della tua anima
mi hai destinato.
Elisena
(29.06.2010)

video

mercoledì 19 ottobre 2011

Quante parole...

Quante parole pensate poi restano mute
nelle labbra socchiuse
Quante  parole gridate in frasi distratte
poi balbettate
spezzate 
e poi di nuovo ingoiate
Quante parole impulsive
verso in poesie
per occhi che leggono
in un caotico silenzio
di parole solo mie!
Elisena


giovedì 6 ottobre 2011

Prendimi ...

Prendimi nella confusione delle mie chimere
nell'assurdità delle mie parole
nell'inaudito dei miei piaceri
Prendimi e narrami poi
 la favola di questo sogno
manifestando amore
Elisena



domenica 2 ottobre 2011

Un amore così vicino

Madre mia,
così lontana dal mondo
come Cenerentola d'acciaio
annichilisci questo rudere
affinché capitoli in macerie
ed io possa trovar tra le rovine
    le mie parole

su pagine imbrattate
di poesie stonate
che senz'età
passano i limiti del mio mondo
sconfinando nel tuo lontano
d'un amore così vicino!
Elisena




martedì 27 settembre 2011

Concerto!


Le tue mani d’artista
sanno donare effusioni orchestrate di note
La chiave è racchiusa
 nel mistero del tuo modo d’amare
Coda d’un pianoforte che suona di fiato
ed il brivido mi fa cantare
una lirica di sensi
anche se non so leggere
quel pentagramma
che hai scritto di versi!
Elisena


Le opere sono acrilico su tela dell'artista LA ROSA Antonino

domenica 25 settembre 2011

Autunno !!!


L’ho visto arrivare avanzando sul ponte
a cavallo del suo equinozio
Sulle spalle un mantello di foglie depresse
il cappello di panno dalle falde umide di sole
e la nebbia incalzare ai suoi piedi
Camminava a rilento
indebolendo i nostri giorni
che sempre più corti
rimpiangono i cristalli di salsedine
che trasporta a tracolla
nella ricca bisaccia
Il suo procedere ... l' incontro ...
l’appuntamento col ponte del solstizio
quello del freddo e del ghiaccio
della neve sul mare
L’ho sentito prendermi
Abbracciarmi sulla sella di plaid
esortandomi al letargo
sul letto dei ricordi
verso i sogni del Natale
Mi ha presa
mentre scoppiettavano castagne
Ed io mi sono persa
nei suoi immensi occhi castani
consona che la sua gioventù
sarebbe presto sfiorita
nella vecchiaia
d’un’anima innevata!
Elisena

venerdì 23 settembre 2011

Versi malati!

 Versi malati
da ferite infettati
 dominate il dolore e gravi
orbitate dentro i miei sensi
Restate in me
nel mio senno immunizzati
e nessun inchiostro
scriverà per voi!
Elisena


giovedì 22 settembre 2011

Sensualità

Seni ostentano
i bordi dell’abito
d'una lucida bava
 trasformata in seta
Incantano occhi maschi
che a stento
distraggono la vista
nel turbine d’una scollatura
che nulla mostra
che a tutto illude
Solo la nuca
elegantemente nuda
confina gli sguardi
in una lampo di chiusura
che elargisce spazio 
solo all’illusione
E maschio
il desiderio impazzisce!
Elisena


martedì 20 settembre 2011

A Francesco, il grande Guccini!

Arrangio un brano senza musica
avventurandomi in un grazie
composto solo di parole
Di quelle che passano inosservate
nell’osterie
nei fiaschi di buon vino
che tra un bicchiere e l’altro
apron gli occhi
ai quotidiani banali dettagli
scampati spesso
dentro gli occhi degli amanti
ma non dei diversi
dei persi
Dentro a quelli di chi ha creduto
e di chi ci crede ancora
 che verità ed emozioni
 non risparmiano i cattivi
ne santificano i buoni
E’ un grazie improvvisato
adattato al mio ritenere
 tra passaggi d’abiti e di tempo
di guerre
di politiche e
di generazioni
dove il mito mai s’è spento
presente vita del momento
Francesco
tu non sai che io
 canto ancora le tue canzoni
e conservo ancora
tutte le mie illusioni!
Grazie Francesco!
Elisena


Questo post è dedicato a Francesco Guccini, un musicista, scrittore  e cantautore italiano. È anche sporadicamente attore, autore di colonne sonore e di fumetti; si occupa inoltre di lessicologia, lessicografia, glottologia, etimologia, dialettologia, traduzione, teatro e di canzoni per altri interpreti (informazioni tratte da Wikipedia)
 

domenica 18 settembre 2011

Quello che non t'ho detto!

Non starò più a scriverti parole d’amore
Ne a narrarti dei miei sogni
  lungo la via della Seta
Ma annoderò pazzia e amore
per stupire i tuoi pensieri
con tutto ciò che m’è sfuggito
e che mai t’ho detto!
Elisena


venerdì 16 settembre 2011

Se dovessi raccontarti

Se dovessi raccontarti del mio amore
ti parlerei del lamento d’un fiume
che pulsa tra le mie strette anse
scalpitando nelle tempie
fino a precipitare
dall'alte cascate del mio tempo
nell' energia del sangue
Ti coglierei nel profondo piacere
d’un sussurro di voce tra i capelli
 tra sordi fiori  
che sfamano api
in nuda libertà!
elisena


domenica 11 settembre 2011

Poesie Stonate !!!

Queste poesie stonate
non posson esser declamate
Non hanno libro
non hanno copertina

Queste poesie stonate
devono scorrere nel sentimento
Angelo custode del tormento
che reca dalla felicità al dolore
dal riso al pianto
dall’amore alla morte
per poi ritornarci in vita

Queste poesie stonate
non posson nemmeno
 esser accordate
Son scritte di getto
senz’inchiostro
Strumenti senza corde
Nate da un cuore aritmico
Mosto del sangue
che offende i poeti
e rinnega ogni Dio

Queste poesie stonate
gridano amore,
adorano la vita
strappano dolore
Son moniti alla morte
son creature
urlate e amate
con tutta la forza
della mia follia!
 
Queste poesie stonate
non hanno libro
non hanno copertina
Son chiuse nella mia mente
in un parco
mentre cerco una panchina!
Elisena


Dedicata al mio blog, a me stessa, alla mia follia di voler continuare a credere che l'uguaglianza, la giustizia e il dolore siano un giorno uguali per tutta l'umanità! 

mercoledì 7 settembre 2011

Tempesta

Mentre cammino
nelle vie del centro
il vento stravolge il sole
inviandogli contro
un esercito di nuvole
che schiave nel vortice
son costrette a ballare
l’antica danza del ventre
coprendo l’astro completamente.
E cade l’ombra sulla città
mentre danzano le nuvole
dall’estasi sfrenate e
sudano pioggia
E piove terra su terra
Acqua nell’acqua
Lacrime sugli uomini
Pianto sui morti
Ed io resto immobile
coi piedi impantanati
nella pozzanghera della vita
davanti al triste scenario
di una natura impazzita.
Non posso fermare
il mio destino
e prima che il fango diventi cemento
vado avanti
e a fatica attraverso quel muro
di acqua e di vento
come fradicia anima
persa nello sgomento.
Con passi pesanti
ingoio le lacrime delle
mie vesti bagnate che
al corpo incollate
dissetano la paura
ricoprendo d'acciaio
le mie mani
pronte
alla sfida del domani.
Solo i morti dal pianto
non potranno asciugarsi
perché dal loro ombrello
di marmo e di croci
l’acqua non passa
ma cattura le voci!
Elisena
12.05.2010

giovedì 1 settembre 2011

EQUILIBRIO

E penzola confuso nelle ore
che si disperdono nel tempo
dove ieri era certezza
oggi non distingue
alba e tramonto
Obbligati a contare
restiamo immobili
mentre quel filo 
s'altalena dondolando
tra i respiri!
Elisena



martedì 30 agosto 2011

Respiro

Se ogni respiro che strappi all'aria
è una pugnalata di dolore
 vorrei strozzare
quel vento e quel cielo
che non sanno
quel che fanno!
Elisena


venerdì 26 agosto 2011

SILENZIO

Rabbia
 impotenza e paura
emozioni scaturite nel tempo
dal tutto e dal niente
dilagano dalla mia bocca.
L’urlo è forte
Urlo così intensamente

 che l’arcobaleno si impasta
come nuvola nera e spegne il sole

 e fa tremare i petali di ogni fiore.
Lo tsunami dell’anima divora le spiagge
spogliando a nudo ogni conchiglia.
Arrivi correndo richiamato dall’urlo
Arrivi correndo ma non freni il mio grido
Raccogli quel dolore privo di pianto
e col tuo amore ripaghi di luce
la naturale bellezza che ho sconvolto.
E crei il silenzio.
Elisena



lunedì 22 agosto 2011

Notte d'Agosto!

 Dimmi Luna
se in questa notte così calda
  non invidi le mie fresche lenzuola
E ditemi stelle
se non vorreste affogare nel mio mare
chiuso in una fresca bottiglia
E ditemi ancora cosa sareste
voi astri accaldati e assetati
se non fossero i poeti
a render piacevole
 l’acre sudore che da voi trasuda
 e a gocce scende
come inchiostro nella penna 
che lo distilla in versi
per farne poesia
in questa notte
di lenzuola
 di vino
di luna e di stelle
d’un caldo agosto!
Elisena


domenica 21 agosto 2011

I Bambini

Credo che
i bambini spogliati dell’innocenza
restino per sempre sospesi in aria
per non sfiorare il sudiciume
della bassezza d’animo degli uomini
che li ha ricoperti
di giochi di dolore
per lasciarli poi vivere

 nell’eterna paura.
Elisena