mercoledì 4 aprile 2012

Parole Scomposte

Parole scomposte
non rispettate questo mio silenzio
che esige che prima v’ascolti
Stravolgete il mio pensiero
misurandovi con l’anima mia
per esser scritte di getto e versate in poesia
Ma io cammino su una mulattiera
e conosco il vostro peso
e il vostro scorrere
  quando mi portate ad annegare
in un mare di musica
e poi io non so più
tornare indietro!
Elisena