venerdì 29 giugno 2012

L'approdo


Tortuoso è il pensiero dei miei viaggi
da cui spesso non so tornare
 E donna dentro le mie gambe
danzo imperterrita
l’armoniose sofferenze
che l’incerto mi dona
E danzo nei porti di mete sfocate  
su tavoli di legno dalla salsedine morsi
Taglienti denti di cane
ricamano per me
le bianche vele delle barche
stive delle mie paure
E riprendo a navigare
 nell’odor di birra
che spuma più dell’onde
ed approda ormeggiando il pensiero
al suo ritorno nella mente
dentro il mio corpo
di donna!
Elisena