sabato 5 ottobre 2013

Il mare dei Doe

A te John Doe stringo la mano
ch’afferrato il fuoco e nell’acqua ha sentito
scivolar via la vita

A te Jane Doe dono il mio scialle
per coprirti dal freddo e la paura
e dall’orrore ultimo colore
donato alla tua pelle

E a te Baby Doe
un eterno sorriso
che sia mano posata sui tuoi occhi
ora chiusi per sempre ai sogni

Ma il mare non ha colpa

Il mare conosce solo
il canto delle sue sirene
e io ieri ho cantato con loro
tra l’amaro dell’onde
finché quel canto
s’è tramutato in pianto.
Elisena

Naufragio di Lampedusa:
155 superstiti
111 cadaveri
circa 200 dispersi
e il mare piange 
e piangerà ancora ...