lunedì 14 ottobre 2013

L'altra me

L’altra me ha porte senza chiavi
 e farfalle come bambole
che porta con se nell'eterno gioco
d'un infinito copia/incolla d'azzurro cielo
su brutture di vita
E cuce dei ricordi i sorrisi
per farne sapore di labbra da leccare
quando la pioggia cancella via
 i colori dai fiori del suo mare
 L’altra me stamane m’ha guardata
e s’è seduta nel mio sguardo
 Ed io l’ho cullata
ninnata e addormentata
stringendola forte 
dentro i miei occhi
E quando dal buio imprigionato nelle ciglia 
l'ho sentita piangere
  allora l'ho lasciata andar via
con la paura che la luce di questo nuovo giorno
 potesse far di lei
un altro adulto
senza più sogni!
Elisena