venerdì 20 giugno 2014

I regazzini nun se toccano ...


I regazzini nun se toccano
nissuno dovrebbe
metteje l’occhi o la mani addosso
e vanno protetti da li sguardi de certi zozzoni
che all’apparenza sembrano d'esse tutti signori
Professionisti
 preti
maestri e dottori
e spesso fra questi ce so li padri stessi
Nun pò esiste er perdono
pe’ chi abusa dell’innocenza
 castralli nun serve a gniente
è solo faje ‘n’atto de clemenza
Annullaje l’uccello è poco
bisognerebbe spegneje er cervello
pe’ cancellaje li ricordi e fa in maniera
 che manco cor pensiero
 possano masturbasse 
‘na vorta drentro ‘na galera
E proprio sta cosa
che nissuno je po’ impedì
è quello che me da più rabbia
sapè che sta gente pò continua a godè
pure dopo avella chiusa in gabbia.
Elisena