lunedì 24 novembre 2014

Nun me spezzà er core ...

Nun me spezzà er core
er core nun s’aggiusta
 è 'na machina de sentimenti
che manco la testa l'arresta
E 'n core spezzato poi
batte lo stesso
e fa 'n casino de rumore
perché se flaggella de lacrime l'occhi
pe' nun sentì dolore
E nun se ferma manco quanno strappa disperato 
'n angolo asciutto dell'anima sua pe' scrivece 
de tutto er male c'ha 'ncassato
Ma poi 
cor tempo
se aritornerà a batte tra que righe
è capace che te leggerà sortanto
l'aspetto più bello de 'n ricordo
 dimenticannose er dolore
e de tutto er pianto
che st'occhi hanno versato!
Elisena