venerdì 6 marzo 2015

Maria e Giuliano

Maria e Giuliano
'n'amore romano
'n’amore de sacrifici
de rinunce e de stenti
'n’amore vissuto
drentro a 'na stretta de denti
com'era vero e vivo però
quell’amore d’arti tempi

Maria
disadorna bellezza rubbata a 'n'angelo
così semplicemente bruna
lei che credeva che ner celo
ce fosse più de 'na Luna
e lui giovane e gajardo
faceva 'n modo che quer celo
nun je la rapisse drentro a 'no sguardo 

E mo che so lontani da i loro guai tereni
li voijo pensà ricchi e sereni
 'n quer posto chiamato paradiso
perché me sento troppo orfana
e c'avrei bisogno tanto de 'n loro soriso

Così a Roma
in fonno a 'na via
 c'ho nascosta 'na poesia
priva de rime de retorica e de patimento
 solo du' parole de sentimento
perché ne l'aria ce sia sempre 'n vento de ritorno
che me basti a famme sentì fiera 
 de quell'amore loro
che m'ha messa ar monno.
Elisena