martedì 23 febbraio 2016

Ero nuda

I miei abiti dispersi fra il letto e una sedia
Mi alzai in piedi
certa che lui mi stesse scrutando
alla ricerca dell’ignoto
racchiuso nelle mie forme
Sapevo e volevo che lui cercasse in me
tutto ciò che c’è di bello e di brutto
in un momento rubato
da due insoliti amanti
E forse aveva trovato qualcosa
Lo capii da come si stava muovendo il buio
Non mi preoccupai più di tanto
Spensi la sigaretta
e accesi con prepotenza la luce
Ero nuda e mi sentivo sicura
Sapevo che lui
non avrebbe mai visto
che la mia anima era ancora vestita
Elisena