venerdì 29 aprile 2016

Giugno

C’era stato un largo accenno di caldo
che andava oltre la primavera
 tanto da suscitare i miei sogni
 già viziati di loro
Ma non durò molto
che un freddo velenoso tornò
a riprendersi il suo spazio
Sulla pelle potevo rimettermi il cappotto
ma i miei sogni impazziti di sole
avrebbero rifiutato il letto e qualsiasi coperta
e questo proprio non potevo permettermelo
Dovevo giocarmi tutto
Avevo speso molto per figliarli tutti
e tutti già muniti di denti
Mi finsi Giugno
Uno strampalato Giugno
in grado d'ingannarli
e ingannandoli
si spogliò la notte
e mi tolsi il cappotto.
   Elisena



Un caffè amaro

Lui era da sempre il suo male minore
e il suo difetto più grande
Un caffè amaro smorzato di dolcezza
Avrebbe potuto lasciarlo in ogni istante
se solo l'avesse voluto
Ne aveva la certezza
 Se poteva smettere di fumare
poteva smettere anche d'amarlo
Lei che così padrona di se
nella sua convinzione
non cambiava mai
marca di sigarette
Elisena



giovedì 28 aprile 2016

L'incomodo

C'era sempre qualcosa di troppo tra noi ...
ad esempio i vestiti
Elisena


venerdì 22 aprile 2016

Il Debito

Lui mi aveva lasciato mille ricordi disordinati
in ogni istante
Ed io ero rimasta per non vivere
tra un respiro e un perché
fra troppe ferite
e panni da stirare
E a me era rimasto tutto
Un tutto senza più fame
Avrei voluto un niente nello stomaco da riempire
anziché un tutto così pieno di lui e di noi
Avrei voluto spedirgli la mia mente
e chiedergli indietro il cuore
quello che era stato il mio dono più bello
 fatto apposta per lui
e che ancora devo finire di pagare
E' il debito più grosso che io abbia fatto
 con l'eternità
Elisena


martedì 19 aprile 2016

Nessun prigioniero

Sono come un giorno di vento
Uno di quelli in cui non trovi pace
né te né le foglie
né le porte che battono
e ti sbattono in faccia
la smania del tempo
faccio guerra alla guerra di tutti i miei poi
perché diventino adesso
senza lasciar prigionieri
dietro porte già sconfitte dal vento.
Elisena


domenica 17 aprile 2016

Al primo Bacio

Al primo bacio
aveva gli occhi aperti
e un'anima guardinga
Al secondo li chiuse
e lasciò che fosse il cuore
a badare all'anima
Elisena


sabato 16 aprile 2016

Tale e quale a me

Ho i capelli sempre nella stessa tempesta
e il cuore in un temporale di respiri e parole
 Se solo potessi cambiarmi il cuore
per come cambiano le stagioni
e i capelli a secondo del vento
non sarei sempre
 troppo uguale a me stessa
Elisena


giovedì 14 aprile 2016

La cosa che più amo di te

La cosa che più amo di te
è il riflesso del tuo cuore sulla mia pelle
ogni volta che ti spogli
Elisena


martedì 12 aprile 2016

Ti aspetto

Ho bisogno di sentire
il casino delle nostre abitudini
Non voglio che la nostra casa
si vizi di silenzio
Oggi fa rumore solo l’inchiostro
mentre scrivo quest’assordante
"mi manchi"
Torna presto
Elisena


lunedì 11 aprile 2016

Accanto a lei

Accanto a lei 
anche l'aria s'eccitava
e nella smania l'intorno annullava ogni mancanza
Lei era Sole
era mare
era tutto
e per sempre estate
Solo con lei provava un grande desiderio di vita
e solo accanto a lei quello di viverla.
Elisena


sabato 9 aprile 2016

Sono forte sai

Sono come quell’onda
che il mare sciupa
e poi se ne pente
Sono forte sai
non sono una goccia d’acqua
io sono tutto il tuo pianto
Elisena


venerdì 8 aprile 2016

Ancora una volta

Ho giocato con la morte
e credo lei
si sia divertita così tanto
da lasciarmi vincere
Elisena


giovedì 7 aprile 2016

Non ne avevo dubbio

Dovevi pur esserci
Io ti sentivo
Ti stavo cercando
Sapevo che eri la differenza
Quel vuoto perfetto da affollare
di tutti i miei sentimenti
Elisena


lunedì 4 aprile 2016

Il primo bacio

Non sapeva ancora baciare
Ma conosceva quelle labbra
Le aveva inventate lei
Aveva impiegato mille ore di buio
 per costruire quel bacio
 nell'innocenza d'un sogno 
Elisena 



sabato 2 aprile 2016

Ma qualcosa è rimasto

Quando ci siamo scambiati le anime
credevamo fosse un gioco
Il difficile è stato poi
riprendersele
Elisena


Di solito

Se di notte gli angeli
mi sussurrano parole
   al mattino io
ci dipingo i miei sogni 
e poi torno a giocarci dentro
Elisena


venerdì 1 aprile 2016

Nemmeno al buio ...

Nemmeno al buio lui
 riusciva a spogliarla completamente
I suoi segreti
la ricoprivano come un lenzuolo
Averla nuda tra le braccia
e non poterle abbracciare l'anima
era come non penetrarla nell'intimo
E questo lo faceva impazzire
perché l'odore di lei
saltava fuori da quel lenzuolo
e gli ubriacava la mente
Elisena