domenica 14 novembre 2010

Un uomo da marciapiede


Alla fiera dell’Est con due soldi prendi una donna dille che l'ami, scrivile canzoni d'amore mandale rose e poesie dalle anche spremute di cuore. Ma non mangiarti mai l’ultimo mon chéri che è rimasto solo soletto e non chiederle perdono perché il male lo hai fatto anche a te. Sì, perché adesso sali in auto e ti fermano quelli di Cobra 11 ... vaglielo a spiegare all’etilometro che hai mangiato quell’ultimo cioccolatino ripieno di liquore. Non ti crederanno mai. Ti giudicherà un nano di sicuro, una carogna perché ha il cuore troppo, troppo vicino al buco del culo. Scriverai le tue prigioni su fogli di carta stampati col blu. Dalla tua cella vedrai solo montagne verdi e capirai che la libertà non è star sopra un albero. Ma lei è a casa che aspetta te e tornerai quando le colline saranno in fiore. L’incontrerai rincorrendola lungo le scale. 10 anni da narrare l’uno all’altro. Finalmente a casa. Ma non aprire quella porta, troverai bicchieri vuoti, vestiti e cicche sopra  il pavimento e tanti piatti sporchi da lavare. Nella notte buia e tempestosa griderai: Ti prego,non scherzare col fucile, per la rabbia tua la bile può scoppiar! Anche gli angeli tirano di destro, non lo sai? E allora? Prendi i soldi e scappa, anzi, vola nel blu dipinto di blu a recuperar palloni nato senza i piedi buoni per correre tra la via Emilia e il West. Ma perché poi ce l’hanno tutti con te? In fondo non sei nero, sei solo sporco. Fatti uno sciampo con quella morbida schiuma e mettiti il Denim così non dovrai chiedere mai. Che fantastica storia è la vita. Basta poco a fare bella figura, basta poco, basta esser buoni la domenica mattina. Portala sul lago e falla anche pescare e fingere di essere sul mare, finchè la barca và ... tu lasciala andare. Ogni persona è un abisso vengono le vertigini a guardarci dentro. Ci provi fallisci, ci riprovi fallisci di nuovo, ma il vero fallimento è quando smetti di provare e allora uccidila, prima che muoia. E’ molto ambiziosa, vero? Sai cosa ti sembra con la sua borsetta pulita e le scarpette a buon prezzo? Ti sembra una campagnola. Un'energica campagnola ripulita con poco gusto. E’ stata nutrita bene e questo ha allungato le sue ossa, ma non si è spinta più in là di una generazione rispetto ai rifiuti umani da cui proviene. La scortesia per te è una deformità inconcepibile. La superbia è decisamente il tuo peccato preferito. Il cuore di una donna è un profondo oceano di segreti le scuse sono come i buchi del culo...tutti ne hanno uno! "Tu non mi perdonerai mai, vero?" "Dio non ci perdonerà" "Dio non esiste, amore mio" "Speriamo..." Si può benissimo ridere della magia. Comunque si sappia che la magia è… quoddam ubique, quoddam semper, quoddam ab omnibus creditum est, che significa: la magia e' quella cosa che ovunque, sempre e da tutti, è creduta...e adesso famme na’ magia: SPARISCI! Non sei degna di me, non mi meriti più. Sei libera per i prossimi 30/40 anni. Il mio avvocato telefonerà al tuo. Io non ho avvocati, fagli chiamare il mio dottore. Ogni storia ha il suo finale, ma nella vita il finale è solo un nuovo inizio! La vita è come una scatola di cioccolatini (è tutto cominciato da lì) non sai mai quale ti capita! Mamma diceva sempre: devi gettare il passato dietro di te prima di andare avanti! Non sono un uomo intelligente, ma so l'amore che significa. ... e non ho altro da dire su questa faccenda se no che il migliore amico è la propria madre. Prometto che la prossima volta non manderò tutto a puttane...mammina!
Elisena