venerdì 18 ottobre 2019

Non ne ho ricevuti molti da piccola
Erano altri tempi
 anche nel voler bene
Ma nell'album di famiglia
le foto di mia madre
sono braccia così maledettamente vive
che mi ci vorrei fermare
Mio padre poi
aveva braccia troppo timide per stringermi
ma quelle braccia hanno lavorato tanto
anche per me
Credo che sfamandomi e proteggendomi
mi abbia abbracciata tutti i giorni
Ma se gli abbracci sono la voce
 delle parole non dette
del ci sono per sempre 
 per Dio
devono essere dati
Io ho vissuto poco di abbracci 
 Per questo ne faccio poesia
Elisena


lunedì 14 ottobre 2019

che uno scellerato autunno
ha pagato alla morte
E credo al mio sentimento cucito alla terra
sotto i piedi del vento
 Se Dio raccogliesse le foglie d'autunno
non leggerebbe le mie parole
ma mostrerebbe al mondo intero il cuore 
nei corpi straziati dei curdi 
Elisena



sabato 12 ottobre 2019

Quel giorno che volevo diventare diversa
andai dal parrucchiere a tagliarmi i capelli
ma non fu sufficiente
Allora indossai un tacco 12
ma niente
non fu abbastanza
Forse perché sotto i capelli i miei ricordi
pensavano al presente
e dentro altre scarpe i miei passi
avevano messo già cuore
Quel giorno che volevo diventare diversa
capii che la mia anima
era glabra e i miei piedi scalzi
Così rimasi me stessa ancora a lungo
finché la vita
non mi cambiò i capelli
e il tempo le strade
Sembra tutto un semplice ieri 
ma quel tutto
 non bastò a cambiarmi l'anima
Elisena


giovedì 3 ottobre 2019

Mi confido a mattini senza specchi
e mi affeziono ai sogni che la notte
non mi concede
Ed apro le finestre
perché l'aria dei ricordi
e di tutto ciò che è stato
 attraversi la strada e me
senza dubitare di un semaforo
 Ma poi ho bisogno di vita
E torno a morire in una vetrina
sotto gli occhi di un manichino
 dentro un sorriso che io
non mi posso comprare
Elisena



sabato 28 settembre 2019

Ma l'amore vero non ha cuore
Invecchia come tutte le cose
Ora mi rimetto a sognare e tu
 non svegliarmi 
Ho un cuore vero
Non vorrei incontrarti ancora
Elisena



domenica 22 settembre 2019

il dolore non ha più un grado
e il pianto si presenta vicino
per le troppe cose non sfiorate
E allora attendi la notte
e prendi la città
e ci metti dentro il dolore e il pianto
 e tutto il buio possibile
E lì sotto t'accorgi che
non c'è più un posto per te
che sia una casa o un senso
che possa darti una coperta 
dove nasconderci 
tutto il resto del freddo
 Elisena


martedì 17 settembre 2019

IL CUORE NO

Riesce a trovagli un posto ovunque
Nella mente 
nei capelli 
e persino negli occhi
Ma non sul cuore
Il cuore no
Non può impolverarlo
Lui sta nelle mani dell'anima 
e l'anima si sa 
 è così nemica della polvere
 da tradire ogni tempo
Elisena



sabato 14 settembre 2019

L'Ultima Luna

Cicale e grilli del mosto ubriachi
suonate ancora per i miei sogni opachi
che il vento spettina su un mare stanco
che trascina l'onde 
e stona il suo canto
Cantate ancora della vela antica
che s'avvicina e non lascia scia
alle sirene dentro le reti
 per l'ultima Luna tra i pianeti
Bevete ancora senza più ali
gocce di vino di giorni uguali
per i miei sogni sempre più brevi
 ai miei domani finiti ieri
Elisena


domenica 8 settembre 2019

Era Domenica
ma i ricordi continuavano a spendersi
come se fosse un giorno feriale
lavorando sui fianchi della mattina già gonfiata
 da una processione di nuvole
Né l'odore del sugo
e nemmeno il suono delle campane
riuscivano a distrarli
Avrei potuto aprire la porta
ma non sarebbero usciti
Nessun accenno di nuovo o di bello
nessuna sorpresa sul pianerottolo
Niente di niente
a strapparmeli dalla mente
che già s'apprestava a vestirsi di Lunedì
 riassumendo passi nelle scarpe
per rimettere in piedi l'eterna distanza
 d'un'altra settimana di vita
Elisena