venerdì 22 gennaio 2021

Non ho più età
e scontato la mia gioventù
e dimenticato il tempo
Ora scompaio in fretta alle ombre della Luna
e suono tutto ciò che non è musica
e leggo la mia vita
senza più contarne le pagine
mentre salvo gli attimi di sole
e perdono le mie lealtà
E resto senza me
con il mio lontano che continua a ferirsi
sul filo spinato
delle abitudini di sempre
Elisena

venerdì 15 gennaio 2021


Io c' ho provato
C'ho provato un giorno
quando il silenzio m'è diventato un racconto
E l'ho letto
Ho cantato
Ho fatto rumore
Ho bestemmiato
e l'ho baciato
Era salato
era bagnato
e a volte infinito
ma così fragile 
da crescere ad ogni mio respiro
senza un fine di labbra
fino a stancarmi il cuore
Fino a stancarsi in ogni pagina
pur di battezzarsi nel mio nome
Elisena

venerdì 8 gennaio 2021

Quando la solitudine si unisce alla notte
le stelle ubriache si mischiano al nero
e trasfigurano di mani la Luna
Ma quella solitudine è la mia
così intensa e piena di cielo
così nuda tra le nuvole e superba 
nella brevità della via lattea
dove costeggiano i miei ricordi
E lascio che lenta si appanni 
nella musica di un cuore
finestra di vetro
nel buio delle ore
dove credo di sognare
tracce di una felicità
bruciata in fretta
su un ramo di patchouli
Io 
eroina di cenere 
tra la polvere della mia vita
Elisena

giovedì 31 dicembre 2020

E poi ci sono io
che
non mi dimentico mai di volerti bene
Elisena

giovedì 10 dicembre 2020

Corro sulla mia pelle 
perché il vento nel tempo
non superi i miei sogni
nella distanza dei miei segni
ove il sole 
ha nascosto l'infanzia
e in un sorriso 
l'accadere dell'inverno
Elisena

lunedì 16 novembre 2020

Era un anno dove i giorni
non si facevano compagnia e le notti
non potevano abbracciare i mattini
Era il 2020 
Eppure
anche quell'anno 
stava per arrivare il Natale
E in un Dicembre più malandato che mai
 sarebbe giunto col naso gocciolante 
 e gli occhi lucidi di neve
Ma non poteva non venire
 Il mondo 
tutto
aveva bisogno di lui
Quel mondo 
ne doveva piangere i ricordi
e i sorrisi
e sperare 
Non so
forse anch'io l'aspettavo
con una lettera in mano
In quell'anno io
avevo di nuovo sette anni
e un papà meraviglioso e disoccupato
e una mamma piena di figli
e qualche giocattolo che amavo
e non sapevo che nel tempo
l'amore stesso lo avrebbe rotto
e ne avrebbe ridotto il ricordo
fino a farmi sembrare tutto normale
Come quest'attesa 
Elisena

mercoledì 4 novembre 2020

A me gli occhi, please

A me l'occhi please
E Roma senza fa la stupida
te l'ha dati 
Te l'ha dati tutti
e pieni d'arte e de risate 
Ma mo brilleno 
de lacrime bagnate
E mentre che scrivo e leggo co la voce tua
scollo dar cielo ‘n po' de Luna e te la manno
perché da Roma ar Paradiso
ce sia più de ‘na rima
a fatte compagnia durante er viaggio
Portate via sta specie de poesia
e insieme a lei l'appaluso de ‘na sconosciuta
parlato a ‘n fojio de quaderno
  
 e scritto su l'occhi de quer treno
che t'ha fatto prenne er Padre Eterno  
Elisena



lunedì 12 ottobre 2020


Le nuvole d'autunno
scritte dalla mano del vento
sono 
sguardi di una poesia 
che non sa più mentire
ai vetri della mia finestra
Elisena

lunedì 14 settembre 2020


adottate da un utero senza più sole
  Nell'oltre il dolore
Nel bello tra gli Angeli
Nell'avvenire da sempre
Per sempre figlie di nuovo
Elisena

martedì 18 agosto 2020



E così aspetto
A un passo dall’autunno
attacco fogli di foglie agli alberi
perché poi non cadano
prima dell'arrivo del niente
Elisena

lunedì 6 luglio 2020


E così sono arrivata di nuovo
sul bordo del marciapiede
La strada continua
Ma non è così semplice
Non ho voglia d'attraversarla
Girerò l'angolo
Girerò su me stessa lo so
In fondo tutto gira 
Senza voce
Solo con la mente
Un giro infinito
Finirà 
e finirò sul bordo d'un'altra poesia
Ci sarà un semaforo
Un'altra strada da attraversare
o un altro angolo da svoltare
Ed ancora un'altra fine da scrivere
E la storia non finisce 
 Attraversa la luce 
Ma è solo nero d'inchiostro
Elisena

mercoledì 10 giugno 2020

al suono delle lacrime
nascoste dentro una chitarra
Mi ferirò con le corde
tra sentimento e mani
fino a non avere più voce in questa pagina
che renderò infinita
al quinto rigo del tempo
E resto io
pubblicitaria solitudine
d'un'abitudine di vita
Resto sola
Troppo sempre
Elisena

lunedì 8 giugno 2020

che mi salta dentro
Molto più solo di me
 che non ho più niente
da farmi rubare 
Elisena

mercoledì 27 maggio 2020

E pure c'ho creduto
e sperato che 'n giorno sta rota 
se sarebbe girata
E a forza de credece
me so stancata
E se vede che er Patreterno
c'ha messo 'n freno
su 'na strada spiovente
proprio che in quer mentre
ce circolava 'n sacco de gente
Così che ar monno 
a chi stava pe scenne
co le scarpe e la camicia
nun je n'è fregato gnente
Ma a chi nun aveva mai toccato er cielo 
je rimasta attaccata ar fiato 'na salita e la fatica
de nun volè sbuciardà le stelle
 pe resiste a la notte 
tanto d'avecce 'na pezza de sogno tra le dita
pe scrivece addosso ogni matina
Elisena


martedì 12 maggio 2020

ho provato a scriverti
Ma è stato inutile
Era impossibile il tuo indirizzo
Ho provato a parlarti
Ma è stato inutile
Era impossibile il tuo ascoltarmi
E non mi è rimasto altro che pensarti
Allora si
Ti ho pensato
E l'ho fatto così forte
da scriverti e parlarti
D'altronde
in questo tuo silenzio
i miei pensieri viaggiano aperti
E diventano passi
Che diventano giorni
E dire che
i giorni passano in fretta
Fanno presto a diventare anni
Ma nessuna madre diventa mai tempo
Nessuna
E dire che
Sembra ieri
Elisena

martedì 5 maggio 2020

LOCKDOWN

Ho liberato la mia anima
tanto a lungo tenuta nel suo specchio
perché lei è così forte e generosa
che sa amare
senza labbra
senza mani
Lei sa che l'amore non può fermarsi
 Sa che io 
non mi voglio fermare
Così le ho aperto lo specchio
e ancora una volta
gli occhi e il cuore
perché in cambio 
scrivesse per me 
su la carta malata del tempo
del mio amore di labbra
di mani 
e poi per sempre 
Elisena

giovedì 23 aprile 2020

e mi guardi come io non mi conosco
E non mi pare sia poco
se lo considero amore 
Elisena

giovedì 9 aprile 2020

Se non puoi amarmi
Se non puoi starmi accanto allora
 lascia che i muri diventino parole
e le parole amore
e l'amore vita
Quella vita che adesso
ha tanto fame di aria
Elisena


domenica 5 aprile 2020

Ma con gli occhi guardiamo lontano
tra gli alberi e il domani
Anche se
qualche volta
l'urlo d'una sirena
spaventa gli alberi
e cancella il domani
Ma poi arriva il vento
Un vento sottile
che spettina foglie e capelli e paura
e tira calci lontani nel tempo
 E in quel vento c'è tutto il bello 
e il brutto della vita
Ma non è un vento vero
E' solo il nostro respiro 
Elisena


martedì 24 marzo 2020

Me so arzata
e scarza come 'na disgraziata
ho aprito e tende
e me so affacciata
Er semaforo dormiva
le machine nun passaveno
pe strada nun c'era 'n'anima
e l'animali nun parlaveno
Me so strofinata forte l'occhi
e me so data 'na pizzicata
Me credevo d'esseme sbajiata
o d'esse diventata sorda
da 'n giorno a n'artro
drentro 'na nottata
Ma er pavimento sotto i piedi me gelava
Me diceva ch'era tutto vero
E fori Roma
zitta zitta
me guardava
Me sembrava mi madre
Co sti palazzi granni come l'occhi sua
e 'n velo nero
come de paura
Me so rimessa a letto pe cancellà ogni cosa
Pe risvejamme dopo
Magari cor campanone
Io però d'esse lontana
da parole e abbracci
me ne so accorta eccome
così penso e sogno de tutto
co l'occhi che me fanno rumore
Perché pe vince tutto sto silenzio
te devi sentì eterna
Anche si c'hai le buche
Anche si c'hai mille paure
Elisena

lunedì 16 marzo 2020

riapriremo i cancelli delle scuole
il chiasso invaderà i cortili
e tutto sembrerà come prima
Quando tutto sarà finito poi
 le strade torneranno confuse
in un traffico d'abbracci
e di auto e di passi
E i semafori e le luci
profumeranno di caffè
Quando tutto sarà finito la vita
 busserà alle nostre porte
ma non tutte s'apriranno
ma noi
ci sentiremo eroi lo stesso
così fortunati 
nello stringerci la mano
E per farlo ancora
cercheremo di dimenticare
tutte queste strade vuote 
e le distanze che l'oggi 
ci ha cucito addosso
in un unico vestito
 Quando tutto sarà finito forse
non risparmieremo più l'amore
Ma sarà difficile
Noi siamo troppo bravi a dimenticare
Elisena


giovedì 12 marzo 2020

Ma la finestra è aperta
E il sole è aperto
E nell'aria cieca e distante
 le distanze d'un abbraccio
carezzano il deserto
Restiamo a casa
Solo qui fa rumore la speranza
qui 
tra pareti e soffitti 
ventri di madri
 arcobaleni di carta
 E andrà tutto bene 
ELISENA

mercoledì 4 marzo 2020

In uno di quelli in cui
neanche l'aria riesce a respirare
mentre la vita ha ben altro da fare
E lega fili spinati di confini
per fermare chi scappa da una guerra
in un balordo odore di indifferenza
dove nessuno scioglie quei nodi di ferro
Mi chiedo perché le cicogne volano ancora alte
e a quale Dio portano quei bambini consumati
violati e poi dimenticati anche da me
che in piccola parte adesso sono
in quel resto del mondo
che muore d'altro
nella sua consapevole vergogna
Elisena


giovedì 27 febbraio 2020

che non possono raggiungere il mare
e dentro la mia coerenza
scarto nel vuoto
le stonature degli Angeli
Ma sogno spesso il mare degli occhi
e un cielo che parla
Lo faccio
 senza volerlo
E la mia stupida anima
lo fa con me
Elisena