domenica 27 aprile 2014

A te che sei nato diverso


A te che sei nato diverso
e non potrai mai correre o parlare
o udire come canta e cambia 
il vento nelle stagioni

A te che d’ogni tua disgrazia
chi non ha voce te ne ha fatto dono

A te che vivi
grazie all’amore e alla disperazione
grazie alle braccia forti di tua madre
e al pianto nascosto di tuo padre
comuni mortali condannati
 ogni giorno che avanza
a fiutare la morte
nell’impossibile ricerca d’altre braccia
che poi ti sapranno stringere
e proteggere
e accarezzare

A te che sei nato diverso
fuori da quel miracolo
che ti potrebbe guarire
e a loro
così soli nell’oggi e nel domani
 io posso solo dedicare
il mio contributo
a chi studia e con intelligenza
e sacrificio
spende le sue ore 
per far sì che ogni nascita sia una gioia
e ogni madre
e ogni padre
possa poi morire in pace
fuori dell'attesa d'un miracolo
a cui nessun Santo
nessun Papa e nessun Dio
ha mai messo mano!
Elisena

Dedicato a tutti i nati diversi ......
Dedicata a tutti coloro che son fuori dalla portata dei miracoli, dei Santi e d'ogni Dio!