sabato 10 aprile 2010

La foglia ed il vento.

Solo cattive stelle
hanno illuminato le notti
di una bimba nata con la testolina
a foggia di luna piena.
Due grandi occhi sgranati verso il mondo.
Occhi ignari di quanta pochezza
lui avesse in serbo per lei.

Occhi grandi come oceani di tranquillità 

mai vissuta.
Ti sei rifiutata di crescere
per preservare la tua favola.
I tuoi conti non tornano mai.
Esteriori frivolezze e incomprensioni
ti inducono a giocare a nascondino col dolore.
Ho capito che amarti vuol dire
non soffiare contro il vento
perché il tuo rifugio è come foglia
unica imperturbabile imperfezione che ti ricopre
lasciandoti nuda 

sotto quella fragile veste.
 Elisena


Dedico queste poche frasi a mia sorella Tiziana.