domenica 14 marzo 2021

E in giorni diversi d'un unico tempo
quasi breve e sottile
da non potersi leggere
mia madre mise al mondo dei figli
d'un unico padre
destinato alla conquista di posti
dove il cielo non esiste
Lei mischiò colori e nomi e stagioni
negli occhi d'ognuno
E ne dimenticò i capelli
ma non le ombre
E divenne odore 
E poi farfalla
perché noi figli così diversi 
potessimo migrare nello stesso ricordo
fino a leggerci nel tempo 
anche dove 
il cielo non esiste
Elisena



2 commenti:

  1. Sempre meravigliosa..di più.
    Il mio abbraccio sempre forte
    Maurizio

    RispondiElimina

Ogni plagio sarà perseguito a norma di legge.